Decentramento a Messina. Il M5S lancia ultimantum al sindaco De Luca


Continua la battaglia del Movimento 5 Stelle per il decentramento amministrativo. In una nota, il deputato regionale del M5S, Antonio De Luca, chiede al Sindaco di Messina, Cateno De Luca di garantire maggiore autonomia alle circoscrizioni altrimenti procederanno alla nomina di un commissario.

«Il sindaco – racconta Antonio De Luca – applichi l’articolo 5 della legge regionale 11 del 2015 senza ulteriori tentennamenti e la smetta di fare campagna elettorale sulle spalle della città. Da mesi il gruppo consiliare e i consiglieri di circoscrizione del M5s della città dello Stretto conducono una battaglia in difesa del decentramento amministrativo, della democrazia e delle periferie. Sono rimasti inascoltati. La legge è rimasta lettera morta e alle circoscrizioni non sono ancora state assegnate le funzioni e competenze previste dalla legge».

Secondo la normativa vigente, l’assegnazione delle competenze sul decentramento amministrativo alle circoscrizioni dovrebbe avvenire entro 180 giorni dal rinnovo dei consigli di circoscrizione. Nel caso in cui il Sindaco non dovesse mettere in atto la legge, il movimento pentastellato si rivolgerà all’assessore regionale alle Autonomie locali, Bernadette Grasso al fine di procedere alla nomina di un commissario.

«Si tratta di un principio costituzionale – prosegue De Luca – che mira ad avvicinare le istituzioni ai cittadini, che finora è rimasto inattuato nella città dello Stretto. Sono vicino ai rappresentanti dei sei consigli di circoscrizione di Messina e ai loro presidenti che sin dall’inizio del loro mandato e fino ad ora sono stati praticamente ignorati dall’attuale amministrazione comunale».

 

 

(59)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *