Comune di Montemare: sì o no? La Regione si pronuncia sul referendum

foto della zona coinvolta nel referendum per la creazione del comune di montemareMontemare sì o no? È questa la domanda che continuiamo a porci da quando è stato proposto il referendum per istituire un comune autonomo nella zona Nord di Messina. Tra richieste, ricorsi e rinvii la vicenda si sta prolungando più del previsto, ma sembra che la Regione voglia dare una svolta alla questione.

Ieri, l’Ufficio Legislativo e Legale della Presidenza della Regione Siciliana si è pronunciato sul ricorso del Comune di Messina: «Si è dell’avviso che il ricorso appaia infondato e vada, quindi, respinto» questo il giudizio espresso.

Adesso spetta al Consiglio di Giustizia Amministrativa (CGA), al quale la Regione ha già mandato il suo parere, mettere la parola fine alla questione.

«Il progetto Montemare – scrive il Comitato Montemare Comune – per la creazione del nuovo comune, è ad oggi, come del resto è sempre stato, valido e sostenibile in tutti i suoi aspetti; la stessa Regione Siciliana ha stabilito questo con ben due istruttorie concluse positivamente sulla questione, concedendo infine il referendum che si sarebbe dovuto svolgere lo scorso 16 dicembre. Solo un tardivo ed inopportuno intervento di chiara matrice politica ha creato l’attuale forzata sospensione del referendum, già fissato, a meno di venti giorni dal voto, ma è solo una temporanea sospensione dei termini: il Referendum si farà».

(266)

1 Commento

  • Gege' ha detto:

    Sarebbe per il com. di Messina un bel risparmio. 4/5 linee di bus in meno,grossi risparmi sul ritiro della spazzatura, si pensi a quanti km in meno dovranno fare i mezzi della nettezza urbana, manutenzione strade e scuole elementari a loro carico,servizi anagrafici e cimiteriali idem,acque e fognature, illuminazione per km di strade,oltre manutenzione ecc.ecc. Dovranno costruire o trovare una degna sede comunale, dove? Castanea ,Gesso,Salice?! Sarà per i nuovi cittadini motivo di lite da campanile. Buona fortuna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *