Centro commerciale Zafferia, si rischia un contenzioso Cas-privati?

cas-per-ecoUna struttura di 89mila metri quadri, circa cinquantacinque negozi, 21mila metri quadri di parcheggi e 7mila metri quadri di spazio verde attrezzato. Il centro commerciale di Zafferia è stato il piatto forte della seduta di ieri della commissione lavori pubblici presieduta da Carlo Cantali, un progetto che affonda le sue radici nel lontano 2005 ma che potrebbe portare circa 500 posti di lavoro.

Il presidente della commissione non molla la presa, infatti della costruzione della mega struttura si parlerà anche giovedì prossimo, dove saranno affrontate le eventuali criticità. La più spinosa potrebbe essere (l’uso del condizionale è d’obbligo), quella della nascita di un eventuale contenzioso tra il Cas e la società privata che costruirebbe il centro commerciale.

Tutto nascerebbe dalla paternità delle aree viarie, in particolar modo la bretella autostradale che collegherebbe la il centro commerciale alla tangenziale, che sarebbe di proprietà del Consorzio Autostrade e che quindi dovrebbe essere acquistata dai privati. La società Ccr, ieri ha ribadito la volontà di investire circa 2 milioni di euro per creare tutti i collegamenti viari alla nuova struttura, così ogni passo va ponderato per evitare ulteriori impedimenti.

Il progetto è stato approvato dal Dipartimento Lavori Pubblici lo scorso mese di luglio, mettendo la parola fine alle prescrizioni date al primo progetto, quello approvato dall’ex sindaco Giuseppe Buzzanca nel 2011.

Rimane da capire se la società Ccr è a conoscenza di questo eventuale ostacolo e come lo si intende arginare, per evitare ulteriori rallentamenti alla creazione di un’opera che porterebbe pò di ossigeno ad un territorio assetato di opportunità lavorative.

(204)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *