Casa Italia: il progetto per la messa in sicurezza del patrimonio edilizio

casa italiaVenerdì, durante una conferenza stampa tenutasi a Palazzo Zanca, è stato presentato il progetto Casa Italia, finalizzato alla messa in sicurezza del patrimonio edilizio e dei territori italiani.

È stata, a tal proposito, istituita una Struttura di Missione formata da esperti, con lo scopo di stilare un rapporto consegnato nelle scorse settimane nelle mani del Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni.

Il focus del lavoro del primo anno è stato la «Casa», la sicurezza a fronte di eventi sismici e la valutazione della combinazione di diversi fattori di rischio.

Il rapporto individua alcune grandi linee di azione:

  • l’integrazione dei dati sul rischio naturale con la costruzione di un database analitico per Comune all’ISTAT;
  • la sperimentazione di dieci cantieri progettuali distribuiti in Italia con l’obiettivo di dimostrare la possibilità di intervenire mettendo in sicurezza gli edifici senza allontanare le famiglie dalle proprie case se non per breve tempo ;
  • il lancio di un programma di diagnostica per le aree e gli edifici a maggiore rischio;
  • il lancio di un programma di costruzione di edifici scolastici sicuri in ciascuna comunità; la sperimentazione di politiche attive per la riduzione dell’esposizione con il Progetto Pilota Messina attraverso la cancellazione di diritti edificatori dalle aree a rischio verso aree sicure;
  • una verifica delle principali politiche sulle periferie e sulle aree interne a partire dal fattore rischio;
  • un programma di formazione per i cittadini e per i tecnici sulla consapevolezza delle diverse dimensioni del rischio;
  •  uno studio dei meccanismi di finanziamento per gli interventi di messa in sicurezza del Paese. Ad oggi tutti i passaggi del programma sono stati rispettati.

Le risorse per i cantieri sperimentali sono state messe a disposizione in Finanziaria (25 milioni di euro).

 “Siamo molto contenti – ha evidenziato l’assessore all’urbanistica, Sergio De Cola – che ‘Casa Italia’ abbia considerato positivamente l’esperienza che si sta portando avanti a Messina con la Variante di tutela Ambientale. Il lavoro sin qui svolto e in fase di valutazione da parte del Consiglio comunale punta alla messa in sicurezza dei nostri territori e alla tutela dell’Ambiente; siamo certi che la discussione in Aula potrà migliorare la proposta formulata dalla Giunta municipale che vuole costruire solide basi per il redigendo PRG della città”.
Di seguito il link al piano “Casa Italia” sul sito del www.governo.it.

(103)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *