Carovoli. Quanto costa tornare a Messina? L’analisi di FuoridiME

aereo Alitalia Reggio CalabriaTra il costante rincaro dei prezzi e la scarsità dell’offerta, spostarsi in aereo da e verso Messina in occasione delle feste si fa sempre più complicato. A evidenziarlo il report annuale di FuoridiME sul carovoli, giunto ormai alla sua terza edizione.

Dal 2015 l’associazione che riunisce al suo interno giovani studenti e lavoratori fuori sede stila un’analisi dettagliata e completa sull’annoso problema dei collegamenti nazionali e internazionali con la Sicilia che si conclude con l’esame delle possibili soluzioni.

La questione del carovoli coinvolge sia il messinese che vive fuori città per motivi di studio o di lavoro che il turista occasionale. Se il primo può essere spinto ad acquistare un biglietto troppo caro dalla necessità di rivedere famiglia e amici, lo stesso discorso non può essere fatto per il secondo. Di fronte a collegamenti impossibili e prezzi troppo alti il turista, con molta probabilità, sceglierà mete diverse, meno care o meglio collegate.

Una politica, questa, che certamente non aiuta lo sviluppo economico dell’isola e che rappresenta, da un punto di vista puramente sociale, una grave falla nella tutela del diritto alla mobilità e alla continuità territoriale, definita come: «La possibilità per i cittadini di spostarsi all’interno del territorio nazionale o comunitario in piena libertà e con pari opportunità».

Nelle pagine a seguire, una breve panoramica sui dati e sulle conclusioni tratte del report 2017 di FuoridiME.

(1767)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *