Camaro San Paolo al buio. La richiesta d’aiuto

Rame2Si prolunga la condizione di pericolo nella zona di Camaro San Paolo a causa dell’assenza di illuminazione dovuta al furto di rame. A chiedere urgenti interventi sono i consiglieri Libero Gioveni e Alessandro Cacciotto. In una nota scrivono:“Esattamente da 1 mese il popoloso villaggio di Camaro S. Paolo si ritrova quasi totalmente al buio a causa del furto dei cavi di rame dall’impianto di pubblica illuminazione da parte di ignoti”.

“La principale via Gerobino Pilli –affermano −, arteria fondamentale per la viabilità nel rione, rappresenta adesso una grossa incognita in termini di sicurezza per migliaia di residenti, ormai sempre più preoccupati”.

“Pur essendo consapevoli del fatto che una simile condizione – spiegano i Consiglieri −, purtroppo, non sia affatto nuova in città essendo state colpite in passato allo stesso modo diverse altre zone cittadine, non possiamo non interpretare i sentimenti di apprensione degli abitanti per i rischi legati alla loro incolumità nelle ore serali, sia per la viabilità caratterizzata da uno sfrecciare continuo di autoveicoli e persino di mezzi pesanti di una ditta di autotrasporti che ha sede a Messina Due, sia per l’inevitabile presenza di personaggi poco raccomandabili che in rioni a rischio come Camaro S. Paolo possono trovare terreno fertile, con “buona pace” soprattutto degli anziani che la sera si recano a piedi nella vicina chiesa parrocchiale”.

(336)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *