Calatabiano: meteo in peggioramento. L’emergenza idrica si fa più vicina

 

14495436_1224170090960281_2831427827129668867_nSoltanto tre giorni fa, il presidente dell’Amam Leonardo Termini aveva confermato a Normanno la concreta possibilità di ripiombare in una nuova emergenza idrica.  Una previsione che adesso è vicina a trasformarsi in realtà. A Calatabiano, infatti, è in atto dalla scorsa notte un movimento franoso che ha già raggiunto il bypass della condotta Fiumefreddo, che serve buona parte della città di Messina. La collina è franata in diversi punti e i tubi sono ormai sospesi nel vuoto.

Dopo aver allertato il Centro Operativo Comunale, il sindaco di Calatabiano, Giuseppe Intelisano, attende l’ok dalla Protezione Civile per emanare un’ordinanza di sgombero delle centinaia di case minacciate dalla frana. Un provvedimento reso necessario dal bollettino meteo tutt’altro che rassicurante: nelle prossime ore, infatti, sono previste precipitazioni a carattere temporalesco.

Sia Intelisano che Termini si sono dichiarati pronti ad andare personalmente a Roma, per chiedere quei lavori di messa in sicurezza promessi e mai realizzati. Il bypass, che adesso rischia di essere inghiottito dalla frana doveva durare tre mesi, ma a quasi un anno dall’emergenza idrica dello scorso ottobre è ancora attivo. Si sono rivelati inutili anche gli interventi di drenaggio effettuati dalla Protezione Civile, il terreno continua a muoversi pericolosamente con tutti i rischi del caso.

Andrea Castorina

 

(299)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *