Cacciotto “lancia la pietra”: «Mancano centri di aggregazione per anziani e ragazzi»

pensionati giocano a carteIl consigliere della Terza Circoscrizione, Alessandro Cacciotto, lamenta l’assenza di strutture cittadine da destinare a ragazzi e anziani. In una nota, il consigliere precisa che «la campagna elettorale del sindaco Renato Accorinti ha toccato tra i tanti temi quello dei ragazzi e degli anziani» senza però risolvere la carenza di strutture, di centri di aggregazione, di spazi necessari «soprattutto a chi vive in periferia, dove la vita è diversa rispetto al centro città e spesso è l’ozio a farla da padrone». In campagna elettorale — ricorda Cacciotto — l’attuale primo cittadino  aveva parlato di autogestione dei beni comuni: «Mai più scuole chiuse terminati gli orari scolastici, diceva il sindaco;  fervidi laboratori di confronto di idee ed informazione. E invece — prosegue il consigliere — i ragazzi “vagano” per la città mentre  gli anziani, in estate si trascinano un tavolo da casa per qualche partita a carte e con l’arrivo delle prime piogge sono costretti a “rintanarsi” nelle abitazioni, privi di qualsiasi possibilità. Insomma, due categorie che non possono più essere sottovalutate da chi ha il delicato compito di amministrare la Cosa Pubblica».

Cacciotto chiede collaborazione all’Amministrazione affinché possano essere individuate, in sinergia con la Circoscrizione,  «spazi da offrire gratuitamente ai cittadini e soprattutto a giovani e anziani, coloro che rappresentano il futuro della città a coloro che invece custodiscono la memoria storica delle nostre origini e tradizioni».

È necessario — conclude — ripartire proprio da queste categorie, dalle fasce più deboli, «costruendo un ponte di dialogo e di reciproco confronto». E per questo motivo, Cacciotto è deciso a chiedere al Consiglio Circoscrizionale di trattare l’argomento all’ordine del giorno.

(80)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *