Bando per il Tao Film Festival, e poi Accorinti pensa a Messina e Reggio

taormina film festival Sinergia tra il Festival del cinema di Venezia e il Taormina Film Festival, la pubblicazione di un bando per la gestione di quest’ultimo evento, e una stoccata ai giornali sulle spese della trasferta a Venezia.

Sono stati questi i punti principali affrontati dal sindaco della città metropolitana, Renato Accorinti, durante la conferenza stampa di questa mattina a Palazzo dei Leoni. Ha comunicato subito molta soddisfazione, il primo cittadino, per gli incontri avuti durante il festival che si svolge ogni anno nel capoluogo veneto.

Per quanto riguarda il Taormina Film Festival,  con la scadenza del contratto che ne legava la gestione all’agenzia che si è occupata “Agnus Dei Production” di Tiziana Rocca, è tempo di bandi.

Il sindaco Accorinti ha infatti comunicato la pubblicazione, a breve, di un bando di cui esiste già una bozza e a cui potranno partecipare tutti coloro che proporranno un’ offerta importante. “Il lavoro di Tiziana Rocca è stato immenso – ha affermato Accorinti -. Le sue competenze e conoscenze con molte personalità del settore cinematografico hanno fatto sì che l’evento che si svolge ogni anno a Taormina tornasse ad essere importante. La sua agenzia si è fatta carico di importanti investimenti che TaoArte non poteva più effettuare”.

Di questo bando esiste già una bozza, discussa con il sindaco di Taormina, Eligio Giardina. Non se ne conoscono tuttavia ancora i tempi della pubblicazione, né se verrà nominata una Commissione che avrà il compito di decidere a chi affidare la progettualità dell’evento. “Bisogna ripartire da zero – ha detto il sindaco della città metropolitana – ed è quanto ho comunicato alla stessa Tiziana Rocca, incontrata a Venezia. Messina deve rimettersi in gioco e proporre la gestione di questo evento a chiunque abbia intenzione di manifestare delle idee che mirino a rendere il Taormina Film Festival ancora più importante”.

Nel bando ci saranno però dei vincoli da rispettare. Il più importante riguarda l’inserimento della città di Messina all’interno del Festival. “Messina deve tornare ad essere protagonista come un tempo. L’idea è quella di organizzare delle giornate del  Cinema nella nostra città. Ci tengo a precisare che non vogliamo sostituirci a Taormina”.

Il sindaco pensa anche all’idea di coinvolgere la città di Reggio Calabria con la quale, ci tiene a precisare, “è giusto condividere eventi del genere. Potremmo portare il Taormina Film Festival anche in Calabria”.

Non si sa ancora quando verrà pubblicato il bando e neanche quanto sarà la durata dell’affidamento del Taormina Film Festival.

Infine, Accorinti, carte alla mano, affronta il problema della sua trasferta a Venezia e sul preventivo di spesa di 3mila euro. “È triste per me leggere alcuni articoli. Il preventivo serve per poter mettere in conto quelle spese inattese, come l’acquisto di un biglietto aereo all’ultimo momento. Ancor prima che venissero pubblicate queste notizie, io avevo già prenotato in un dormitorio, per una spesa totale di 60 euro. Sono sempre stato coerente con me stesso e la mia storia parla per me”.

Simone Bertuccio

(148)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *