Bandi in scadenza. Opportunità per ricercatori e scienziati pronti a tornare al Sud

brain_restoalsudPer qualcuno è il momento di partire e iniziare una nuova avventura. Per altri è invece ora di tornare e costruire a casa propria il futuro. Ad ognuno la sua opportunità. Protagonista sempre il Sud migliore che cresce.

Dopo l’estate riprende l’attività e ripartono le opportunità, con buone notizie per tutti i cervelli che vogliono tornare al Sud: Fondazione con il Sud lancia il bando Brains to South rivolto a ricercatori stranieri o italiani, che svolgono la propria attività da almeno 3 anni all’estero o al Centro – Nord, per sostenere progetti di ricerca applicata selezionando quelli con maggiore potenziale innovativo e trasferimento tecnologico.

La Fondazione mette a disposizione 4 milioni di euro  (massimo 400 mila euro per progetto, con una durata compresa tra i 24 e i 36 mesi).

Secondo i dati infatti in 10 anni, dal 2001 al 2011, circa 700 mila laureati hanno lasciato l’Italia e, nello stesso periodo, oltre 170 mila laureati si sono trasferiti dal Sud al Nord Italia, con un trend crescente.

La misura vuole essere una risposta per invertire la tendenza e riportare al sud i cervelli migliori, ma anche per attrarre in generale ricercatori e progetti generando processi di innovazione sociale.

Grazie al contributo offerto con la prima edizione, 11 ricercatori (5 uomini e 6 donne di cui 2 di provenienza internazionale)sono tornati a svolgere la propria attività nei centri di ricerca di Napoli, Salerno, Foggia, Lecce, Cosenza, Catanzaro, Trapani, Catania.

Per candidarsi c’è tempo fino al 28 novembre. Qui, invece, il bando completo.

Per coloro che invece sono esperti di life science, hanno un’idea e cercano supporto per strutturarla in impresa, una valida occasione arriva dalla prima edizione di Life Science Innovation, la call internazionale lanciata da G Factor, il nuovo acceleratore nell’Opificio Golinelli a Bologna. Un milione di euro per le idee e le imprese innovative nel settore terapeutico, dei dispositivi medici e diagnostici e della nutraceutica. Sono disponibili due linee di azione:

Linea Senior dedicata a ricercatori, under 40 singolarmente o in team – appartenenti ad enti pubblici e privati – newco, spinoff e startup innovative.
Linea Junior dedicata a studenti, laureati, dottorati under 35, singolarmente o in team, newco e start-up che abbiano sviluppato idee, prodotti o processi innovativi.

I 10 progetti che verranno selezionati prenderanno parte al programma G Force, ideato su misura per ricercatori e giovani esperti di elevato profilo tecnico-scientifico: 9 mesi suddivisi nel primi 3 di attività intensive e residenziali ed i seguenti 6 mesi non residenziali, con workshop, mentoring, coaching, recruiting di giovani talenti e matching con potenziali partner industriali, uniti a servizi logistici, servizi business, convenzioni e agevolazioni. Nei primi 3 mesi del programma è compreso anche  l’alloggio a Bologna per 2 componenti del team.

La scadenza per le candidature è fissata per l’11 dicembre e il bando completo può essere consultato qui. 

 

(362)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *