Bandi di gara vietati a “Caronte & Tourist” per un anno. Lo decide il Gip

caronte-touristLe società di trasporti marittimi “Caronte & Tourist” e “Salerno Container Terminal”, per la durata di un anno non potranno partecipare a gare pubbliche, che ricadano sull’intera provincia di Messina.

Misura interdittiva, questa,  disposta dal da Gip, Salvatore Mastroeni, − come scrive Nuccio Anselmo su Gazzetta del Sud − richiesta dal sostituto procuratore della Dda, Liliana Todaro.

È una della tappe dell’inchiesta scaturita da un bando di gara, al quale parteciparono, tra altre società, anche la “Caronte & Tourist”, del gruppo Franza, e la “Salerno Container Terminal”, del gruppo Gallozzi. Secondo la Procura, che indagò 3 rappresentanti della prima società (Vincenzo Franza, Olga Mondello e Antonino Repaci) e 3 della seconda ( Agostino, Vincenzo ed Enrico Gallozzi) per i quali l’ipotesi di reato è quella di turbativa d’asta, la gara in questione, relativa al trasporto nello Stretto, vedeva le due società solo apparentemente “rivali” nell’aggiudicarsi l’appalto, visto che la società dei Franza ha una quota azionaria in quella dei Gallozzi.

Quindi, il sospetto della Procura messinese è che i due gruppi abbiano tentato una sorta di “monopolio” per aggiudicarsi il trasporto sullo Stretto e, rafforzando l’offerta, ed eliminare così la concorrenza.

Ad oggi, dunque, e per 12 mesi i bandi della provincia messinese saranno vietati alle 2 società.

(597)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *