Autostrada Messina-Catania. Al via i lavori nella galleria Giardini Naxos

Buone notizie dal CAS: sono stati avviati i lavori nella Galleria Giardini Naxos sull’autostrada Messina-Catania finalizzati alla sua messa in sicurezza. Dal luglio, quindi, si tornerà alla normale viabilità, eliminando anche il doppio senso di circolazione nella carreggiata monte. Tutti gli interventi, infatti, si concluderanno il prossimo 3 luglio.

Al verificarsi del distacco di piccole porzioni della parte superficiale del rivestimento in conglomerato cementizio della galleria, gli uffici tecnici preposti sono immediatamente intervenuti con specifici interventi tampone. Sono state inoltre svolte indagini sui materiali costituenti il rivestimento della galleria al fine di valutare la composizione, il degrado del legante cementizio e le proprietà meccaniche del calcestruzzo.

In aggiunta sono state effettuate prove georadar finalizzate sia ad accertare gli spessori del calcestruzzo di rivestimento in calotta sia per constatare la presenza di eventuali vuoti o anomalie di costruzione e possibili fessurazioni, ed a tal fine sono state effettuate scansioni in calotta. Per tali approfondimenti è stata richiesta una consulenza geotecnica specializzata alla facoltà di Ingegneria ed Architettura dell’Università Kore di Enna.

Di seguito il dettaglio dei lavori di ripristino che verranno eseguiti nella galleria della autostrada Messina-Catania:

·         rimozione e rifacimento dell’impianto elettrico di illuminazione esistente posto sui due lati della galleria;

·         ldrodemolizione (scarificazione) corticale del rivestimento per asportazione dello strato superficiale degradato (profondità da 3 a 5 com secondo lo spessore);

·         Pre-trattamento di superfici in conglomerato cementizio per l’adesione omogenea tra vecchia e nuova struttura;

·         Rete elettrosaldata da fissare al paramento (calotta e piedritti) con ganci (o arpioni) in acciaio opportunamente inghisati (perforazione e sigillatura);

·         Conglomerato cementizio spruzzato (spritz beton) con aggiunta di fibre in polipropilene per uso strutturale (spessore da cm10 a cm15) nei tratti maggiormente ammalorati;

·         lnalbamento della Galleria fino all’altezza di mt.4 dal piano dì calpestio dei marciapiede.

·         Rivestimento drenante con lamiera metallica grecata e zincata al fine di proteggere i tratti meno degradati o quei tratti dove maggiormente si manifesta la percolazione idrica.

Non sono previsti interventi sui marciapiedi esistenti in quanto saranno oggetto di successivo adeguamento ai sensi del D.M. 264/06 (realizzazione dei condotti di alloggiamento cavi elettrici e altri servizi (telefonia. Segnali, ecc.).

Al fine di accelerare l’esecuzione dei lavori sono previsti due turni di lavorazione.

 

(119)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *