ATM. Il presidente Foti continua l’iter per le assunzioni. “Guerra fredda” col sindaco De Luca

Giovanni Foti - Cateno De LucaSembra assumere i caratteri di una “guerra fredda” il rapporto tra il presidente dell’ATM, Giovanni Foti e il sindaco, Cateno De Luca. Il motivo dello scontro è sempre lo stesso: la sospensione delle assunzioni voluta dal primo cittadino ed ufficializzata con una delibera lo scorso 29 giugno.

Dopo l’annuncio dello stato di agitazione del personale annunciato dei sindacati, arriva una comunicazione ufficiale del presidente Foti che annuncia la continuazione dell’iter finalizzato alle assunzioni di nuovi autisti.

«Con riferimento alla nota inviata dal Signor Sindaco del Comune di Messina al Direttore Generale dell’ATM, nella quale si invitava lo stesso a sospendere qualsiasi procedura di assunzione, si precisa quanto segue:

Come chiarito dallo stesso Direttore generale, Daniele De Almagro, al Vice Sindaco Salvatore Mondello, non trattasi di assunzioni dirette, peraltro impossibili nella attuale situazione di predissesto del Comune di Messina, bensì di lavoro somministrato tramite Agenzia Interinale, con sedi in Milano e Cosenza, che si è aggiudicata la relativa gara d’appalto bandita con deliberazione del CDA;

I criteri di selezione, dei lavoratori sono puntuali, rigidi ed oggettivi; Terminata la valutazione dei curricula ed operata la selezione, il CDA procederà con la nomina di due dei membri della commissione per l’espletamento dei colloqui che si svolgeranno a cura della stessa Agenzia Interinale;

Non vi sono al momento atti amministrativi motivati e diretti al CDA, che possano indurre lo stesso a sospendere o addirittura annullare in autotutela l’iter di gara, con grave disservizio per l’utenza nel periodo estivo e possibilità di azioni risarcitorie da parte dei lavoratori selezionati o della Agenzia Interinale. Si invita pertanto il Direttore Generale De Almagro a proseguire l’iter di gara con l’espletamento di tutti gli atti necessari come da delibera del CDA.

Tanto si rassegna anche con riguardo alle legittime preoccupazioni delle Organizzazioni Sindacali, nell’auspicio di un incontro a breve con il Sindaco, già in precedenza manifestato».

Non si è fatta attendere la risposta del sindaco De Luca a quello che il primo cittadino ha definito «inopportuno comunicato stampa». Tramite la sua pagina Facebook, il primo cittadino ha dichiarato: «E’ proprio il caso di dire: excusatio non petita accusatio manifesta!

Mi dispiace che il presidente ATM Foti, che non gode della mia stima per come già si è espresso sul tram di Messina (mal progettato e mal realizzato ecc ecc ) nella sua qualità di direttore generale disarcionato dalla giunta Accorinti, abbia deciso di andare avanti per la sua strada senza spiegare al sindaco ed alla Giunta Municipale il piano industriale ATM e scelte consequenziali.

Ne prendo atto e vado avanti in base al programma votato dalla comunità.

Lunedì 9 luglio la giunta municipale si confronterà con il collegio sindacale ATM mentre giovedì 12 si svolgerà il già programmato confronto con il cda ed il direttore generale ATM.

Foti vuol fare di testa sua? Faccia pure! Ne terrò conto nelle sedi sedi opportune ed al momento opportuno».

(460)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *