Atm, Fondo di garanzia al posto delle fideiussioni per chiedere i contributi regionali

Autobus usato GttL’Atm, attraverso il Comune, mette da parte 734mila euro. Sono i soldi a titolo di garanzia nei confronti della Regione per attestare la capacità finanziaria dell’ente a mettere in strada 146 autobus (è stato considerato tutto il parco macchine) iscrizione Ren con l’esercizio di trasportatore di persone. La delibera è stata approvata dalla giunta ed è stata curata dall’assessore ai Trasporti Gaetano Cacciola. Secondo l’amministrazione comunale la costituzione del fondo permetterà all’azienda trasporti di ottenere un risparmio considerevole rispetto alla fidejussione bancaria o assicurativa e di ottenere il requisito di idoneità finanziaria che è la condizione necessaria per poter avere dalla Regione i contributi chilometrici sul servizio erogato nel 2013 e nell’anno in corso e per essere autorizzati a procedere all’immatricolazione dei veicoli, una decina quelli acquistati da Milano. L’Atm, nella nota del 15 settembre firmata dal commissario Domenico Manna e dal direttore generale Giovanni Foti aveva richiesto al Comune la creazione del fondo. Toccherà al dipartimento Servizi Finanziari di Palazzo Zanca occuparsi di tenere in un cassetto i soldi richiesti. Il direttore dell’Atm si sta concentrando dal suo arrivo per l’aumento del parco macchine: una quindicina di mezzi usati sono in strada da settimane dopo l’acquisto dalla Gtt di Torino, un’altra decina arriverà dalla società trasporti di Milano.

(57)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *