ATM e MessinaServizi. I sindacati contro gli attacchi ai dipendenti: «Clima da caccia alle streghe»

Foto autobus nuovi ATM Messina - MunicipioIn una lettera indirizzata al sindaco De Luca parlano di un clima di vera e propria caccia alle streghe che potrebbe sfociare in episodi di intolleranza. Riportiamo di seguito, in modo integrale la nota di Fp Cgil, Filt Cgil, Fit Cisl Uiltrasposrti e Fiadel.

«Si sta creando un intollerabile clima di delazione che sta minando la serenità dei lavoratori: sempre più spesso vediamo sulle pagine social a supporto dell’attività del sindaco Cateno De Luca, fotografie di presunti casi di lavoratori delle partecipate che non compirebbero il loro dovere. Si sta creando un ingiustificato clima di odio sociale che ammorba l’aria e rende pericoloso il normale svolgimento del servizio: molte di queste foto, infatti, sono travisate, quando non assolutamente fuorvianti. È il caso di qualche giorno fa di un dipendente di MessinaServizi che, visto un sacchetto fuori da un cassonetto, in mezzo alla strada, si è fermato per gettarlo dentro ed è stato immortalato da qualche solerte ma poco attento “testimone” e multato di conseguenza. Oppure quello dei verificatori Atm “colti in flagrante” durante una presunta pausa caffè mentre invece erano regolarmente in servizio (come testimoniano le multe elevate il giorno della segnalazione), a svolgere un lavoro “scomodo” per il quale già parecchie volte sono stati presi di mira con attacchi verbali ed episodi di violenza. A parte gli ovvi profili di privacy, viene spontaneo sottolineare come si stia creando un clima da “caccia alle streghe” che prima o poi sfocerà in episodi di intolleranza – aggiunge il segretario provinciale della Fit Cisl, Lillo D’Amico – per questo ci appelliamo al sindaco, perché raffreddi gli animi: giusto bacchettare i fannulloni, estremamente sbagliato sparare nel mucchio ed esacerbare una situazione che ogni giorno si fa più esplosiva» ha concluso il segretario provinciale Fit-Cisl.

(383)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *