ASP Messina. Arriva l’app per la sicurezza dei dottori

mediciConsentire ai dottori impieganti in guardia medica di svolgere il proprio lavoro in sicurezza anche quando si trovano fuori sede per delle visite domiciliari: è questo l’obiettivo dell’appWhere Are U – 112” di cui saranno dotati i loro telefoni cellulari grazie all’accordo stipulato con la società che gestisce il software del servizio di emergenza urgenza 118.

Le aggressioni nelle guardie mediche sono ormai da tempo una triste realtà e, per porvi un freno, l’ASP (Azienda Sanitaria Provinciale) di Messina – in linea con quanto concordato con il Prefetto Maria Carmela Librizzi – ha avviato un percorso finalizzato a garantire la sicurezza dei propri dipendenti e la continuità assistenziale. L’app “Where Are U – 112” e l’accordo concluso nel corso di una riunione tenutasi presso l’Assessorato Regionale alla Salute lo scorso mercoledì sono nati proprio con questi obiettivi.

Ma come funzionerà? A spiegarlo è stato il direttore generale Paolo La Paglia, che ha chiarito: «L’accordo prevede l’inserimento nella app “Where Are U – 112”, di cui saranno dotati tutti i telefonini dei medici di guardia medica della provincia di Messina, di un sistema di riconoscimento geografico immediato del medico in servizio, tramite geolocalizzazione; il sanitario verrà localizzato immediatamente durante una visita domiciliare nel momento in cui premerà il tasto; a quel punto la centrale operativa provvederà immediatamente a inviare una pattuglia delle forze dell’ordine ovvero il soccorso sanitario 118».

Nei prossimi giorni, informano inoltre dall’ASP, è previsto un ulteriore incontro presso la Prefettura di Messina ai fini di potere codificare l’intero percorso telematico, collegato direttamente con il numero unico 112 del Ministero dell’Interno.

(169)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *