Arcigay Messina attacca Carlotta Previti: «Lasci la delega alle Pari Opportunità»

rosario duca, presidente di arcigay messina e carlotta previti assessore alle pari opportunità della giunta de lucaDopo il caso Vincenzo Trimarchi, l’Arcigay di Messina scende di nuovo in campo contro un membro della Giunta De Luca: si tratta dell’assessore Carlotta Previti, per la quale il presidente Rosario Duca chiede la revoca della delega alle Pari Opportunità.

Il motivo? Secondo il Presidente di Arcygay Makwan Messina, l’assessore Previti starebbe trascurando la delega alle Pari Opportunità per dare priorità agli altri suoi compiti (è, ad esempio, anche assessore al reperimento di fondi europei ed extrabilancio), facendo mancare una tutela dei diritti che invece dovrebbe garantire. Duca, in una nota, ne parla addirittura come di una delega «non pervenuta».

«Mail, documenti protocollati, telefonate, incontri, PEC – scrive Duca in una nota – non sono bastati a far comprendere l’importanza del funzionamento della delega alle Pari Opportunità. Oltre un anno di solleciti per ricevere blande promesse che mai sono state mantenute. Oggi diciamo basta».

«La titolare di questa delega, l’assessora Previti – prosegue il Presidente dell’Arcygay di Messina –, sicuramente sarà oberata d’impegni per quanto concerne le altre deleghe al punto di ritenere secondarie le istanze per la tutela dei tanti».

A riprova di questa presunta mancanza, Duca cita un caso a livello esemplificativo: «Dopo acceso colloquio telefonico a fine settembre – afferma – l’assessora Previti si era data 15 giorni per riconvocare almeno il tavolo contro l’omobitransfobia e la violenza di genere avviata con successo dalla precedente amministrazione. Alla scadenza del tempo fissato nulla si è visto».

Insomma, sembra che Arcigay Messina sia di nuovo ai ferri corti con l’Amministrazione e, di nuovo, chiede un passaggio del testimone per una delle deleghe assegnate dal sindaco Cateno De Luca. Già lo scorso 30 luglio Duca aveva chiesto al Primo Cittadino di revocare la delega alla Cultura e all’Istruzione allora nelle mani dell’assessore Vincenzo Trimarchi a seguito delle sue parole su Carola Rackete.

In quel caso, il Sindaco ha accolto la sua richiesta, ma solo a metà. Se da un lato l’assessorato alla Cultura è stato assegnato al nuovo membro della Giunta Enzo Caruso, quello all’Istruzione è rimasto in capo a Vincenzo Trimarchi.

Ad ogni modo, Rosario Duca comunica di aver già inviato una e-mail all’assessore Carlotta Previti chiedendole di rimettere la delega Pari Opportunità: «La ringraziamo per la gentilezza sempre dimostrata – conclude – e per l’ottimo dialogo che si era instaurato. Ma non basta a tutelare i diritti».

(356)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *