Approdi Tremestieri. Domani tutti a Roma per sciogliere i nodi

tremestieriapprodoDel porto di Tremestieri, domani, 5 marzo, alle 12.00, se ne discuterà a Roma. La convocazione della riunione è dovuta all’esigenza di far luce sulle problematiche connesse alla funzionalità degli approdi. Troppi i malfunzionamenti, troppe chiusure che gettano la città dello Stretto nel caos più totale. L’ultima risale allo scorso 19 febbraio.

Giacomo Aiello, capo di gabinetto del Ministero dei Trasporti, convoca,  nella sede del dicastero, il Comune di Messina, l’Autorità portuale, la Capitaneria di porto e la direzione generale per la vigilanza sulle Autorità portuali, le infrastrutture portuali, il trasporto marittimo e per via d’acqua interne.  

Si spera che la riunione di domani nella Capitale possa portare a qualche risultato positivo. Preoccupazione anche per i lavoratori, Fast Confsal comparto portuali, rappresentata da Nino Di Mento, e Ugl mare e porti, rappresentata da Guglielmo Pellegrino, chiedono ufficialmente al sindaco Renato Accorinti e al presidente dell’Autorità Portuale, Antonino De Simone, di rappresentare al tavolo ministeriale la vertenza riguardante la continuità occupazionale dei 35 operatori del Terminal poiché strettamente connessa alla problematica in questione.

 

(94)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *