Appalto lettura contatori idrici Amam, Carreri non ci vede chiaro

Nino CarreriIl consigliere comunale dei Dr Nino Carreri ha scritto una nota al sindaco Accorinti dove chiede di intervenire nell’appalto per la lettura dei contatori idrici dell’Amam. Con il nuovo bando, infatti, sono già stati “tagliati” posti di lavoro.

“La richiesta è contenuta in un’interrogazione inoltrata al Sindaco Accorinti al quale Carreri chiede di intervenire per fare luce su una vicenda che si è trascinata per diversi mesi e che adesso sta rivelando contorni di potenziale illegittimità che vanno definiti urgentemente – scrive il consigliere – un contratto stipulato con una ditta di Catania che ha “tagliato” il 50% dei posti di lavoro, riducendo le unità di personale da 26 a 13 e che, dalle dichiarazioni rilasciate dall’Agenzia delle Entrate della città etnea, non era in possesso di uno dei requisiti essenziali al momento del bando, ovvero un fatturato nel triennio 2010-2011-2012 di almeno 750.000,00 euro.

“Oltre alla esibizione, da parte della ditta a cui è stato aggiudicato l’appalto, di certificati di lavori eseguiti per la lettura di contatori ENEL e non di almeno 250.000 contatori IDRICI così come specificatamente richiesto nel bando, – spiega Carreri – è spuntata questa novità della mancanza del fatturato richiesto, carenza denunciata da una delle ditte concorrenti ai vertici dell’A.M.A.M. che ad oggi non hanno risposto sul da farsi.”

“ Il sindaco Accorinti che, per un evidente scherzo del destino, è il sindaco di un ente che è socio unico dell’A.M.A.M. S.p.A. non ha bisogno di attendere nessun referendum e nessuna legge sulla pubblicizzazione dell’acqua per intervenire ed evitare danni anche ai conti economici del Comune. Lo faccia e dimostri quanto sia trasparente la sua amministrazione!”

(52)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *