Anche a Messina “La vie en rose – dalla parte delle donne e dei giovani per il lavoro”

Messina tra le sette città italiane scelte per la seconda edizione de “La vie en rose – dalla parte delle donne e dei giovani per il lavoro”. L’iniziativa, voluta dall’ufficio della Consigliera Nazionale di Parità, si svolgerà in contemporanea nelle città di Chieti, Genova, Lecce, Milano, Messina, Modena e Roma con il coinvolgimento delle consigliere provinciali di parità delle città interessate.

Ispettori del Lavoro, Consulenti del Lavoro, Medici, Commercialisti, Docenti universitari, Centri per l’impiego e Agenzie per il lavoro, insieme a rappresentanti delle Associazioni Femminili, incontreranno nelle Università e nelle Scuole donne e giovani per parlare con loro di lavoro, di tutele e di prospettive future.

A Messina l’appuntamento è giovedì 5 marzo al Dipartimento di Scienze Giuridiche e Storia delle Istituzioni dell’Università di Messina, in piazza XX Settembre 4 (pressi Orto Botanico), con inizio alle ore 9. I lavori saranno aperti dal saluto del Rettore dell’Università e saranno coordinati da Mariella Crisafulli, consigliera di parità della provincia di Messina e dalla consigliera regionale di parità, Natalina Costa.

Previsti due workshop sulle misure per l’occupazione uno rivolto ai giovani e uno alle donne.

“Un’iniziativa importante per le donne e per i giovani – hanno sottolineato le consigliere Servidori, Costa e Crisafulli – che, nel segno del nostro costante impegno sulle politiche attive del lavoro e per il lavoro, prende avvio in un mese tradizionalmente dedicato alle celebrazioni femminili. Nell’ambito dell’evento saranno realizzate attività di informazione, divulgazione, orientamento, workshop di approfondimento, brevi focus su tematiche di difficile comprensione, sulle opportunità e sui temi più importanti del lavoro, che interessano in concreto i giovani e le donne, anche alla luce delle recenti novità introdotte dal Jobs act”.

La Vie en Rose sarà la prima iniziativa che darà il via al calendario “Donne in Rete – Giornata internazionale della donna.”

(35)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *