Accordo Atm-Comune: soddisfatto Cacciola

linea 79  1 La Giunta comunale ha adottato lo schema di “Contratto dei servizi di trasporto pubblico locale su gomma e ferro e per la gestione dei parcheggi nel territorio del comune di Messina” tra Atm e Comune. A commento della conclusione dell’iter per la predisposizione del contratto di servizio tra l’azienda speciale ed il Comune di Messina, l’assessore alla mobilità, Gaetano Cacciola, ha espresso grande soddisfazione per il raggiungimento di un importante traguardo per il quale si è lavorato, d’intesa con i vertici dell’Atm, per lunghi mesi.

“Per la prima volta – sottolinea Cacciola – viene concluso un contratto che ha la finalità di regolare i rapporti tra l’Azienda e l’Amministrazione per l’espletamento dei sevizi affidati, fissando gli obblighi reciproci per il perseguimento degli obiettivi nell’interesse dell’utenza. Il contratto avrà durata triennale, fino al 2017, e contribuirà a far decollare definitivamente a Messina la cultura del trasporto pubblico, direttamente rapportato a servizi efficienti e chiare assunzioni di responsabilità”.

“Anche riguardo la gestione della sosta a pagamento nella Ztl e nei parcheggi di interscambio a raso e multipiano, nonché nelle zone di sosta a pagamento limitrofe ai mercati Zaera e Vascone mi attendo importanti novità positive – conclude l’assessore Cacciola – insieme ad un notevole incremento dei livelli di efficienza e produttività. Sono certo che grazie al lavoro del direttore generale Giovanni Foti, del commissario Domenico Manna e di tutto il personale di Atm riusciremo a far diventare Messina, da qui al 2017, una Città orgogliosa del proprio servizio di trasporto pubblico”.

L’atto, che dovrà adesso essere inviato al Consiglio comunale, per essere valutato e approvato, prevede impegni precisi da parte dell’Atm, tutti finalizzati a dare risposte alle necessità dei cittadini, in termini di informazione, affidabilità dei viaggi, integrazione dei trasporti, sicurezza, comfort, pulizia, rispetto dell’ambiente.

(70)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *