“Accogliamo i migranti espelliamo le basi”. Il 14 dicembre, i No Muos a Messina

NO-MUOSIl movimento No Muos sarà a Messina, al Teatro Pinelli Occupato, dalle 15.00 del 14 dicembre per discutere di antimilitarismo, antirazzismo e difesa dei territori.

«I militanti del movimento — si legge in una nota dei No Muos —, alla luce delle sempre più frequenti tragedie consumatesi in questo periodo, sentono imprescindibile l’esigenza di impegnarsi per lo smantellamento delle basi militari e dei luoghi di reclusione e di segregazione nei quali vengono destinati i richiedenti asilo, come il mega Cara di Mineo. Pensiamo, infatti, che l’accoglienza non sia né securizzazione né assistenzialismo ma costruzione cosciente, insieme ai fratelli e alle sorelle migranti, di una società libera dai confini, dalle armi e dal dominio. La Sicilia che vogliamo è terra di ospitalità tolta al gioco politico-mafioso della cementificazione e dello sfruttamento indiscriminato delle risorse e restituita a chi la abita e la ama indipendentemente dalla sua provenienza».  

«Oggi la Sicilia — prosegue la nota — da crocevia di culture millenarie è diventata luogo di sofferenza e morte. La presenza sempre più forte di presidi militari statunitensi e della Nato ne fanno indiscutibilmente la portaerei del Mediterraneo e un arsenale di avanzatissimi strumenti di guerra. L’altra faccia di questa medaglia è il moltiplicarsi delle galere etniche (spesso luoghi dall’imprecisata connotazione giuridica) in cui vengono rinchiuse migliaia di persone libere che scappano da quelle guerre di cui la nostra isola è sempre più spesso base operativa e dai processi di sfruttamento e impoverimento di cui l’occidente tutto è protagonista».

L’invito a discutere insieme di prospettive e iniziative future è rivolto a tutti. Per adesioni alla giornata e informazioni: comunica@nomuos.info

(39)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *