Elezioni. Il progetto di Saitta per rendere Messina una meta turistica

foto di saitta

Messina.
Migliorare i servizi e aumentare il turismo sono obiettivi importanti per Antonio Saitta. In vista delle elezioni del 10 giugno, il candidato sindaco del centrosinistra con contributo del Movimento “Liberi e Forti per Messina” hanno stilato una serie di proposte per la città dello Stretto, al fine di trasformarla in una meta turistica e non solo un luogo di passaggio.

«L’obiettivo  – racconta Saitta – è quello di ripopolare il porto e la città di gente che sceglie di sostare e soggiornare a Messina, preferendola ad altri luoghi siciliani, come base fissa per escursioni in città, nella sua provincia e nell’Isola».

Secondo Antonio Saitta è necessario aumentare la ricettività e i servizi non solo per migliorare la qualità dei soggiorni nella città ma anche per creare nuove possibilità lavorative per i giovani.

Aumentare i grandi eventi e organizzare un calendario annuale sono dei punti cardine tra le proposte di Saitta, che vorrebbe dar vita ad un ufficio “Grandi Eventi” in grado di coordinare e promuovere le manifestazioni cittadine già in programma e quelle ancora da organizzare.

Altro aspetto importante per Saitta è la valorizzazione delle festività tradizionali attraverso nuovi eventi come il “Ferragosto Messinese” legato alla Vara. Per realizzare l’evento, il candidato sindaco vorrebbe seguire l’esempio di Catania e Palermo intercettando fondi e finanziamenti regionali, statali e comunitari:« A Catania quest’anno – spiega Saitta – sono stati stanziati per la festa di Sant’Agata circa 435.000 euro, in parte presi dalla tassa di soggiorno versata dai turisti durante l’anno. 175.000 euro sono stati spesi per gli spettacolari fuochi d’artificio e 15.000 euro per le luminarie. A Palermo, invece,  per il “festino di Santa Rosalia”, si spendono mediamente 600.000 euro finanziati per il 30 % dalla regione. Tutto ciò significa un immenso ritorno d’immagine per le due città».

Tra le altre azioni mirate a rilanciare il turismo di Messina Saitta indica:

  • valorizzare il territorio con la progettazione di percorsi tematici ed escursioni, sia a piedi che in bici;
  • promuovere il “Brand MESSINA” in riviste specializzate e nelle fiere di settore europee;
  • riqualificare il centro storico, ripristinare le fontane, migliorare il verde pubblico e l’illuminazione dei siti storici e artistici;
  • introdurre una segnaletica colorata di percorsi tematici e storici in lingua italiana e inglese;
  • valorizzare le fortificazioni;
  • valorizzare e promozione degli artisti locali nei settori della pittura, scultura, musica, spettacolo, fotografia, teatro.

 

 

(146)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *