Elezioni. Gaetano Sciacca: «Lavorerò ogni giorno per rendervi orgogliosi di Messina» – VIDEO

gaetano-sciacca-presentazione-salone-delle-bandiere-amministrative-2018-messinaMessa in sicurezza del territorio. Questo è il punto chiave del programma elettorale del candidato sindaco del Movimento 5 Stelle Gaetano Sciacca. La presentazione si è svolta questa mattina nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca ed è stata l’occasione per spiegare in maniera approfondita il progetto del candidato pentastellato per Messina.

«Dobbiamo prendere come esempio Giampilieri che, grazie ai complessi lavori effettuati, è riuscita a risollevarsi con l’aiuto delle Istituzioni. Questo è il modello che vogliamo applicare a tutta la città. Messina ha bisogno di un buon pastore, un buon padre di famiglia che lavori ogni giorno per farla vivere bene», esordisce così il candidato sindaco Gaetano Sciacca che ha iniziato il suo discorso partendo proprio dall’analisi del progetto di rinascita di Giampilieri per sottolineare quanto sia importante per una città la sicurezza.

«Con interventi di ordinaria manutenzione – ha spiegato Sciacca – possiamo evitare il dissesto idrogeologico, le alluvioni – che possono mettere a rischio le comunità che si trovano vicino i corsi d’acqua – ma possiamo dare anche immediate risposte a quei villaggi che si trovano lungo la linea di costa che spesso si trovano in difficoltà».

Un altro punto fondamentale del programma del candidato alle prossime amministrative è la lotta agli sprechi: «Messina ha 1 milione e 300mila euro di fitti passivi da un lato e una quantità enorme beni immobili comunali inutilizzati. Perché allora non utilizzarli, risparmiando enormi somme di denaro?».

E parlando di risparmio Gaetano Sciacca ha annunciato anche un taglio al suo eventuale stipendio da primo cittadino: «Eliminerò lo stipendio da dirigente e ridurrò l’indennità di sindaco ed assessori. Le somme di denaro risparmiate verranno utilizzate per la realizzazioni di progetti in ambito sociale, ascoltando le esigenze della popolazione».

Puntando ad individuare nuove opportunità per la città dello Stretto, il candidato M5S, suggerisce la costituzione di un team che si occupi di intercettare bandi e opportunità di finanziamento europeo così da dotare il Comune dei fondi necessari ad un più veloce rilancio delle infrastrutture e dei servizi cittadini.

gaetano-sciacca-presentazione-salone-delle-bandiere-amministrative-2018-messina-01Sciacca rivolge, poi, la sua attenzione ad una delle parole più usate ed abusate in riva allo Stretto: il turismo.

«Messina è una città unica e splendida, però nel nostro sito comunale ancora figura il Jolly Hotel e altri locali chiusi. Dobbiamo aggiornarci, in modo tale da poter attirare non solo i crocieristi ma anche i turisti che abbiano voglia di restare più tempo e scoprire le bellezze della nostra città».

L’obiettivo pentastellato, in questo senso, consiste nel migliorare la visibilità di Messina attraverso i moderni strumenti di web marketing, garantendo un’adeguata presentazione e promozione del territorio. La comunicazione deve essere accompagnata dalla creazione di percorsi naturalistici sui Peloritani, la valorizzazione delle zone d’arte messinese e, ovviamente, il miglioramento dei collegamenti aereoportuali e ferroviari.

«Abbiamo un territorio unico ma dobbiamo valorizzarlo, non attraverso progetti avveniristici e inverosimili – dice Sciacca riferendosi ad alcune proposte inserite nei programmi dei suoi avversari politici – ma attraverso progetti concreti che ci rendano orgogliosi di Messina».

Non sono mancati, poi, i riferimenti all’Autorità Portuale e al rischio della sua annessione con l’Ente di Gioia Tauro: «Dove era la vecchia politica – si chiede schiettamente Sciacca – quando questo rischio diventava realtà? Dobbiamo assicurarci che l’Autorità Portuale di Messina resti indipendente e dobbiamo restituire alla città il Waterfront e la zona Falcata».

Durante la conferenza c’è stato il tempo anche di spiegare la controversa campagna #saveCateno promossa da Sciacca: «De Luca voleva solo far credere di non avere firme a sufficienza così da poter dichiarare che in 24 ore era riuscito a movimentare le masse. Ma noi siamo gente che raccoglie le sfide e abbiamo rilanciato: “Non ce la fai, ti aiutiamo noi” – spiega Antonio De Luca, assessore designato – è solo un lavoro mediatico, figuratevi se noi ci accosteremmo mai a soggetti come questi».

Infine si è parlato della vicenda dell’ex Assessore designato alle Politiche Sociali Cristina Rossitto, passata nelle fila di Forza Italia: «È andata via credendo che non potessimo darle quello che chiedeva – ha dichiarato Sciacca – la vicenda fa il paio con quanto accaduto con Lucy Fenech che è venuta da noi e ha chiesto qualcosa che non eravamo disponibili a dare, e lei se n’è andata da Saitta».

Durante la conferenza stampa è stata, inoltre, presentata la squadra dei candidati del Movimento 5 Stelle al Consiglio comunale di Messina. Il programma, che tocca in totale 10 punti alcuni dei quali analizzati oggi, è disponibile sul sito ufficiale del candidato sindaco Gaetano Sciacca.

 

(216)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *