Un percorso sensoriale al Vittorio Emanuele per ricordare il terremoto del 1908

foto interno mostraE’ stata inaugurata nel foyer del Teatro Vittorio Emanuele di Messina la mostra sensoriale “Percorsi nella memoria”, primo degli eventi che rientrano nel progetto “Messina, 28/12/2016, la Rinascita”, che è organizzato dall’associazione culturale Art Revolution, presieduta da Gabriella Sorti.

Sono stati numerosi i visitatori che hanno attraversato e “vissuto” questo emozionante percorso che rappresenta un vero e proprio viaggio nella Città dello Stretto prima e dopo il tragico terremoto del 1908. Ad accompagnarli, suggestive musiche originali, voci narranti fuoricampo, oggetti, odori, videoproiezioni, fotografie e documenti dell’epoca che descrivono e fanno rivivere questo devastante evento.

L’esposizione, la cui direzione artistica è di Gabriella Sorti, è arricchita da un allestimento scenico e da videoproiezioni molto coinvolgenti che fanno rivivere alcuni attimi di semplice quotidianità dei messinesi il giorno prima del terremoto che, nelle prime ore della mattina del 28 dicembre 1908, sconvolse tutto.

All’inaugurazione erano presenti numerose autorità, fra i quali: Giovanni Ardizzone, presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana che ha anche tagliato il nastro, il deputato regionale, Nino Germanà,Egidio Bernava, sovrintendente del Teatro Vittorio Emanuele, Orazio Micali, soprintendente ai Beni Culturali di Messina, l’assessore ai Beni Culturali del Comune di Messina, Federico Alagna e Antonello Longo, in rappresentanza dell’Ordine degli Architetti di Messina.

La particolarità che caratterizza e rende unica la mostra sensoriale “Percorsi della memoria” è l’innovativo approccio che si vuole dare al ricordo del terremoto del 1908, in una chiave di lettura assolutamente originale e mai vista per la Città dello Stretto. Un vero e proprio esperimento artistico in cui è l’arte a raccontare e far rivivere le atmosfere dell’epoca.

Nei prossimi giorni si svolgeranno altri eventi collaterali che vedranno coinvolte le scuole:

  • il 25 maggio, dalle 9 alle 18, si svolgerà un’ estemporanea di disegno e pittura per le scuole superiori, nei luoghi della memoria, dove ancora sono presenti i “segni” del terremoto del 1908;
  • il 29 maggio alla Galleria Vittorio Emanuele, convegno sui percorsi della memoria.

Il 1 giugno, alle 19, la mostra chiuderà i battenti e alle 21 si svolgerà il concerto dell’ensemble di ottoni del Conservatorio Corelli “The Sound of Brass”, del maestro Santo Crisafulli. Si svolgerà anche la premiazione dell’estemporanea e saranno ringraziati gli allievi delle scuole partecipanti, che riceveranno anche un attestato.

 

 

 

(79)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *