L’undicenne americano Roy ha attraversato lo Stretto: da Punta Faro a Cannitello in un’ora e dieci

ROY OI Roy Tancrede Brittannicus , di 11 anni, è arrivato dagli USA per attraversare a nuoto lo Stretto di Messina,  assistito dal suo team e dal leggendario Giovanni Fiannacca, accompagnato da mamma Isabelle, papà Stephen e dall’allenatore Gay Emich.

Il piccolo si è calato nelle nostre acque da Punta Faro alle 8.26 ed ha compiuto, in un’ora e dieci, la speciale traversata benefica “Tancrede Swim Challenge… la sfida di un giorno la sfida per la vita”.

Roy ama nuotare, vorrebbe tanto che la sensazione e l’esperienza che lui vive attraverso il conoscere l’oceano diventassero un percorso da ripetere di anno in anno, per ricordare che il mare è vita e che può dare speranza anche ai meno fortunati.

Le condizioni meteo-marine si sono dimostrate ottimali, il team in acqua ha mantenuto un perfetto ritmo. Così, tutti insieme, sono giunti a Cannitello per poi ritornare nella baia di Grotte, nell’area approdo della Lega Navale di Messina, dove Roy, la famiglia e il suo team, sono stati festeggiati e premiati con delle medaglie ricordo.

A seguito dei festeggiamenti, la famiglia di Roy ha fatto una donazione di 15.000 euro all’associazione “L’aquilone Onlus”. Roy ha firmato simbolicamente l’assegno ed ha ringraziato tutti per l’ospitalità e l’affetto dimostrato, a lui e alla famiglia, dichiarando che “la donazione vuole essere il giusto riconoscimento per gli oltre 10 anni di impegno sociale a favore dei disabili e della collettività”.

(292)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *